TI ELIMINO, AMICO DI FACEBOOK!

Quanta soddisfazione quando eliminiamo quell'amico di Facebook che ci sta proprio sulle scatole ogni cosa che pubblica...


Eh sì, Facebook, come altri social network, dà questa grande opportunità: ELIMINARE L'AMICO DALLA LISTA AMICI!
Si può anche bloccarlo o segnalarlo per spam o per pubblicazione di contenuti che ci offendono o non ci piacciono.
Oltre al segnalare e il bloccare in futuro apriranno le opzioni di falcidiare, suicidare, disintegrare, picchiare e torturare.
Il tutto verrà trasmesso via webcam in videochiamata real time e il capo del plotone di esecuzione sarà Mark Zuckerberg in persona. :-)
Insomma, la censura che tutti odiano è a portata di tutti, possiamo eliminare una persona dalle nostre giornate come se non fosse mai esistita.
Tutto è utile, quindi utile anche questa possibilità. 
Anche perché, diciamocelo chiaramente, mica ci deve piacere tutto ciò che gira in Rete e mica possono piacerci tutti gli abitanti del pianeta.
Però una domanda mi è nata spontanea: a quanti di noi piacerebbe avere questa possibilità nella real life di tutti i giorni?
Pensate che figata! :-D
Foto della locandina di "Un giorno di ordinaria follia", un film che ha come protagonista Michael Douglas
Locandina del film
"Un giorno di ordinaria follia",
con Michael Douglas
Un click e via dalle palle il postino che incrociamo tutte le mattine e ci infastidisce con la sua scarsa voglia di lavorare e la sua maleducazione, un click e sparisce il bambino rompicoglioni dei vicini che urla sempre (e già che ci siamo pure il loro cane che abbaia ogni due per tre), un click e sparisce dalla nostra vita il presidente del consiglio di turno, un click e fuori dal nostro mondo tutte le persone che la pensano diversa da noi o che ci stanno antipatiche per qualche comportamento che non ci piace.
Potremmo eliminare dalla nostra realtà mafiosi, pedofili, lobbie massoniche, poliziotti violenti e via discorrendo.
Ci vorrebbe proprio, sì sì.
Poi smetto di sognare ad occhi aperti e mi accorgo che purtroppo non è possibile, a meno che... io non vada in America, dove è più facile comprarsi delle armi, e comincio da lì... il mondo è pieno di imbecilli e gente fastidiosa... qualcosa troverò anche là.
Bè, se non mi leggete più per parecchio tempo sentirete parlare di me da oltreoceano, statene certi. ;-)

"Se il nostro problema fossero le altre persone saremmo tutti serial killer."                                                                                         (Andrea Cusati)

ps: dato che molte persone non hanno colto l'ironia tragicomica del post, che voleva essere una provocazione estremizzata stile Fantozzi, ma hanno pensato che davvero io fossi in volo per gli USA imbottito di tritolo, suggerisco un ulteriore post da leggere per comprendere al meglio tale provocazione (lo linko qui sotto), perché è vero che sono un tantino incongruente a volte, ma a tutto c'è un limite. In questo blog incito all'amore verso noi stessi e verso gli altri, di odio credo ce ne sia già abbastanza. Un abbraccio a tutti.

http://andreacusati.blogspot.it/2014/01/lillogicita-del-causaeffetto.html

                   Scritto da Andrea Cusati venerdì, 21 febbraio, 2014


COPYRIGHT: quest'opera (testi, foto e video) è protetta dai diritti d'autore rilasciati da Creative Commons. Questo vuol dire che siete liberi di pubblicare e diffonderne i contenuti a patto che citiate la fonte originale. Qualunque uso dell'opera diverso da quanto espresso dall'autore è considerato violazione dei diritti d'autore. Grazie.

Nessun commento:

Posta un commento

Grazie anticipatamente del commento che ti sentirai di lasciare. Un abbraccio.