DISEGNARE CON LA PARTE DESTRA DEL CERVELLO

Da inizio marzo sto frequentando un corso di disegno a Modena per imparare a disegnare con la parte destra del cervello, ossia con la parte creativa dell'inconscio



Foto di un mio ritratto di Bruce Willis ricavato da una sua foto
Ritratto di Bruce Willis
da una foto.


Quando scriviamo, leggiamo o parliamo stiamo rendendo dominante in noi l'emisfero sinistro del cervello, cioè la parte razionale, quando, invece, disegniamo o guardiamo un'immagine ci lasciamo dominare dall'emisfero destro, cioè la parte più profonda dove risiede il nostro inconscio e tutte le nostre risorse cui spesso non sappiamo attingere.



Questi discorsi li sto affrontando alle lezioni della scuola di counseling che frequento. La conoscenza di questi meccanismi del cervello mi ha molto aiutato nell'apprendimento della metodologia di disegno che ci sta insegnando Daniele Poltronieri (nostro docente) in un corso di disegno che fa imparare, appunto, a disegnare utilizzando l'emisfero destro del nostro cervello
Foto del disegno della mia mano alla seconda lezione di corso
Disegno della mia mano ad
inizio corso.

In una video/intervista per un canale televisivo privato Daniele spiega molto bene il senso di questo corso e il come nasce l'idea di crearlo.
Il corso che ci viene insegnato a L'Atelier non inventa nulla di nuovo, a detta dello stesso Daniele, poiché sviscera i concetti espressi nel libro "Il nuovo disegnare con la parte destra del cervello" di Betty Edwards.
Attraverso tutta una serie di esercizi pratici e di spiegazioni tecniche si apprende che tutti siamo in grado di disegnare se vogliamo farlo.
Foto del disegno della mia mano dopo cinque lezioni, i miglioramenti sono evidenti
Disegno della mia mano a
metà corso.
Come in tutte le cose bisogna aver voglia di impegnarsi per riuscire e allenarsi nel tempo libero per avere la padronanza decisionale nell'utilizzo dell'emisfero destro quando ci occorre. 
Molti artisti si lasciano andare al disegno attraverso la parte destra del cervello senza esserne coscienti, io stesso imparando a passare dall'emisfero sinistro a quello destro mi sono reso conto che quando mi perdevo a disegnare facevo spesso questo passaggio sena accorgermene. 
Imparare a farlo in modo consapevole mi ha fatto acquisire passione e sicurezza nel disegno e ora mi metto a disegnare più spesso e più alacremente.
In pratica il nostro cervello ha assorbito, sin da quando eravamo piccoli, dei simbolismi che ripete attraverso il disegno. Quando pensiamo di disegnare un occhio o una bocca o un naso stiamo utilizzando la parte sinistra del cervello e il più delle volte il risultato non sarà entusiasmante, poiché noteremo che pur cercando di disegnare un volto diverso, più o meno, gli occhi, il naso e la bocca li disegneremo sempre in maniera simile.
Sostanzialmente: se pensiamo disegniamo male.

                   Scritto da Andrea Cusati giovedì, 4 aprile, 2013



COPYRIGHT: quest'opera (testi, foto e video) è protetta dai diritti d'autore rilasciati da Creative Commons. Questo vuol dire che siete liberi di pubblicare e diffonderne i contenuti a patto che citiate la fonte originale. Qualunque uso dell'opera diverso da quanto espresso dall'autore è considerato violazione dei diritti d'autore. Grazie.

2 commenti:

  1. E la tua mano a fine corso?
    Stefania
    Nonantola
    stefaniatulipano@libero.it

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La mano non l'ho più disegnata ma se hai Facebook o se ti interessa e posso mandarteli via mail, ti farei vedere il mio autoritratto a inizio corso e poi l'autoritratto a fine corso.

      Elimina

Grazie anticipatamente del commento che ti sentirai di lasciare. Un abbraccio.