IL RUMORE DEL SILENZIO

Quando la natura fa nascere un poeta in noi


Foto dell'alba sui campi agricoli di Bastiglia (MO)
Alba a Bastiglia (MO)
Un amico della provincia di Avellino una volta mi disse: "io lo chiamo il rumore del silenzio".
Quel termine mi piacque subito e considerai quel mio amico un poeta inconsapevole.
Una persona con la potenzialità di partorire un termine così stupendo definendo qualcosa che tutti abbiamo avuto a portata di orecchie non può che essere un genio di sensibilità e tenerezza.


Il "rumore del silenzio" non è altro che il dolce vociare della natura.
Quando sei immerso nella natura e non senti rumori umani, non senti automobili o qualunque altro marchingegno, ma sei solo tu e la natura.
Davanti allo scrosciare di una cascata.
Al cospetto dell'aria pregna del canto delle cicale e dei grilli in estate.
Svegliandosi all'alba autunnale o invernale con il cinguettio dei pettirossi.
Passeggiare, prima dell'alba, vicino a fiumi e stagni nel chiassoso e festoso gracchiare di rane e rospi.
Ascoltare il proprio respiro diventare tutt'uno con quello del vento fra i fili d'erba verde.
Guardare le nuvole, sdraiato in un prato, udendo solo il ronzare di api, vespe e mosche.
Semplicemente questo è il "rumore del silenzio".

              Scritto da Andrea Cusati domenica, 25 novembre, 2012


COPYRIGHT: quest'opera (testi, foto e video) è protetta dai diritti d'autore rilasciati da Creative Commons. Questo vuol dire che siete liberi di pubblicare e diffonderne i contenuti a patto che citiate la fonte originale. Qualunque uso dell'opera diverso da quanto espresso dall'autore è considerato violazione dei diritti d'autore. Grazie.

2 commenti:

  1. Anche io lo chiamo "il rumore del silenzio" e lo amo ... il silenzio sa parlarci se solo vogliamo "ascoltarlo" ...
    Mi piace molto il tuo nuovo blog ora devo scappare ...più tardi leggo tutto :))
    Un abbraccio forte!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio.
      E' un blog che va letto con calma e per il piacere di farlo, quindi quando hai tempo e voglia.
      Non sentirti in obbligo.
      Grazie di essere passata, come mia prima commentatrice hai vinto una chiacchierata con me quando vuoi! :-)
      Un forte abbraccio.
      A presto.

      Elimina

Grazie anticipatamente del commento che ti sentirai di lasciare. Un abbraccio.